News

Risultati test DNA “fai da te’” sbagliati nel 40% dei casi

Roma, 30 marzo 2018 – I test del DNA “fai da te” venduti on line sono sempre più diffusi ma la probabilità che diano risultati sbagliati è molto alta, circa il 40%. E’ quanto hanno scoperto gli scienziati della compagnia Ambry Genetics, specializzata nell'interpretazione dei risultati. Gli esperti hanno perciò pubblicato un’indagine sulla rivista Genetics in Medicine. Questo tipo di test, spiegano gli autori, promette di trovare sempre più informazioni nel genoma, dalle origini etniche alla suscettibilità a diverse malattie ad alcune caratteristiche come il quoziente intellettivo. Per verificarne la correttezza sono state esaminate 49 persone che si erano rivolte alla Ambry per un secondo parere dopo aver ricevuto dei risultati preoccupanti, come la positività a un gene che aumenta il rischio di tumore, da quello ordinato sul web. Oltre a rianalizzare i dati grezzi forniti dalle compagnie di test i ricercatori hanno eseguito una loro analisi completa del DNA. Il risultato è stato che nel 40% dei casi le informazioni ricevute dalle compagnie dei test 'fai da te' sono risultate sbagliate, probabilmente per un'errata interpretazione. "Un tasso così alto di falsi positivi ci ha preoccupato - afferma Stephany Leigh Tandy-Connor, l'autore principale -. I test 'fai da te' possono portare a cambiamenti salutari nello stile di vita o nella dieta, ma possono anche causare problemi emotivi inclusa l'ansia quando qualcuno ottiene informazioni inattese". I risultati dei test, sottolinea l'esperta, andrebbero fatti leggere da un medico esperto. 

 
« torna alle news
CONTENUTI AREA RISERVATA